Dakar 2016

Un po' fuori dall'asfalto...
Rispondi
Avatar utente
sergio
MONOmaniaco
MONOmaniaco
Messaggi: 8931
Iscritto il: sabato 19 gennaio 2002, 1:00
Località: Cerveteri (Rm)

Re: Dakar 2016

Messaggio da sergio » giovedì 14 gennaio 2016, 21:04

Immagine Immagine Immagine

Scrivo su questa comunità da un pò prima della fine del 2001 periodo in cui Lucaweb decise di rinominare "Pegasocube.it" in "Apriliaontheroad.com" unendo possessori di Pegaso e Caponord.

Avatar utente
sergio
MONOmaniaco
MONOmaniaco
Messaggi: 8931
Iscritto il: sabato 19 gennaio 2002, 1:00
Località: Cerveteri (Rm)

Re: Dakar 2016

Messaggio da sergio » giovedì 14 gennaio 2016, 21:20

https://m.facebook.com/login.php?next=h ... en_US&_rdr


Sono due video dove una moto viene salvata da un torrente in piena
ditemi se riuscite a vederli
Immagine Immagine Immagine

Scrivo su questa comunità da un pò prima della fine del 2001 periodo in cui Lucaweb decise di rinominare "Pegasocube.it" in "Apriliaontheroad.com" unendo possessori di Pegaso e Caponord.

Avatar utente
matteo.t
ATTIVISTA DEL FORUM
ATTIVISTA DEL FORUM
Messaggi: 2863
Iscritto il: sabato 3 maggio 2008, 0:45
Moto: Ex Pegaso Cube ora mukka 1200
Località: Noventa Vicentina

Re: Dakar 2016

Messaggio da matteo.t » giovedì 14 gennaio 2016, 21:21

No, ma forse perché in non sono su Facebook...

Avatar utente
matteo.t
ATTIVISTA DEL FORUM
ATTIVISTA DEL FORUM
Messaggi: 2863
Iscritto il: sabato 3 maggio 2008, 0:45
Moto: Ex Pegaso Cube ora mukka 1200
Località: Noventa Vicentina

Re: Dakar 2016

Messaggio da matteo.t » giovedì 14 gennaio 2016, 21:24

sergio ha scritto:

cosi è un po pericolosetto All Attijah :ko:
Come si dice a Roma? Ma li mortacci ...

Avatar utente
sergio
MONOmaniaco
MONOmaniaco
Messaggi: 8931
Iscritto il: sabato 19 gennaio 2002, 1:00
Località: Cerveteri (Rm)

Re: Dakar 2016

Messaggio da sergio » venerdì 15 gennaio 2016, 8:33

matteo.t ha scritto:No, ma forse perché in non sono su Facebook...
Io neanche sono inscritto ma sulla pagina advrider li vedevo
Devo ritrovare il link diretto...
Per ora 11 tappa

Immagine Immagine Immagine

Scrivo su questa comunità da un pò prima della fine del 2001 periodo in cui Lucaweb decise di rinominare "Pegasocube.it" in "Apriliaontheroad.com" unendo possessori di Pegaso e Caponord.

Avatar utente
sergio
MONOmaniaco
MONOmaniaco
Messaggi: 8931
Iscritto il: sabato 19 gennaio 2002, 1:00
Località: Cerveteri (Rm)

Re: Dakar 2016

Messaggio da sergio » venerdì 15 gennaio 2016, 11:47

http://advrider.com/index.php?threads/1113555/

I video del guado sono in questa pagina
Immagine Immagine Immagine

Scrivo su questa comunità da un pò prima della fine del 2001 periodo in cui Lucaweb decise di rinominare "Pegasocube.it" in "Apriliaontheroad.com" unendo possessori di Pegaso e Caponord.

Avatar utente
sergio
MONOmaniaco
MONOmaniaco
Messaggi: 8931
Iscritto il: sabato 19 gennaio 2002, 1:00
Località: Cerveteri (Rm)

Re: Dakar 2016

Messaggio da sergio » venerdì 15 gennaio 2016, 13:08

Immagine Immagine Immagine

Scrivo su questa comunità da un pò prima della fine del 2001 periodo in cui Lucaweb decise di rinominare "Pegasocube.it" in "Apriliaontheroad.com" unendo possessori di Pegaso e Caponord.

Avatar utente
sergio
MONOmaniaco
MONOmaniaco
Messaggi: 8931
Iscritto il: sabato 19 gennaio 2002, 1:00
Località: Cerveteri (Rm)

Re: Dakar 2016

Messaggio da sergio » venerdì 15 gennaio 2016, 13:22

Da Elisabetta caracciolo

Paulo Goncalves sta bene nel fisico, ma non nel morale. La Honda ha confermato che tutti gli esami a cui è stato sottoposto ieri hanno escluso fratture o qualsiasi altro genere di infortunio grave, ma non è facile consolare un pilota che ha condotto una prima metà della Dakar 2016praticamente perfetta e poi l'ha vista sfuggire via con una sequenza incredibile di eventi sfortunati nella seconda settimana.

Prima una caduta nell'ottava tappa gli è costato la leadership, poi nella nona un arbusto ha bucato il radiatore della sua CRF450 Rally e solo l'accorciamento della speciale a causa del caldo torrido gli ha permesso di rimanere in gara. Ieri però non c'è stato più nulla da fare quando è stato vittima di un incidente rovinoso al km 118, che gli ha procurato un leggero trauma cranico.

La cosa incredibile è che il portoghese non si ricorda nulla, ma è stato lui stesso a cercare i soccorsi: "Sembra che io sia stato vittima di una caduta pesante, ma non mi ricordo cosa è successo. Mi hanno detto che sono arrivato sulla mia moto in un'area dove c'erano degli spettatori ed un'ambulanza ed ho chiesto aiuto".

Il ritiro brucia, ma anche lui, come Carlos Sainz, sembra disposto a farsene una ragione. Il dispiacere è soprattutto per la Honda, che anche quest'anno mancherà l'appuntamento con la vittoria: "E' una Dakar che termina nel peggiore dei modi per me. E' davvero un peccato, perché il team ha fatto un grande lavoro ed avrebbe meritato di più. Le ultime giornate sono andate storte, ma bisogna guardare avanti e pensare che presto ci sarà un'altra corsa".
Immagine Immagine Immagine

Scrivo su questa comunità da un pò prima della fine del 2001 periodo in cui Lucaweb decise di rinominare "Pegasocube.it" in "Apriliaontheroad.com" unendo possessori di Pegaso e Caponord.

Avatar utente
sergio
MONOmaniaco
MONOmaniaco
Messaggi: 8931
Iscritto il: sabato 19 gennaio 2002, 1:00
Località: Cerveteri (Rm)

Re: Dakar 2016

Messaggio da sergio » venerdì 15 gennaio 2016, 13:50

Livio Metelli ha chiuso l'11esima speciale della Dakar 2016 in 45esima posizione assoluta, dopo essere partito dalla 51esima posizione. In classifica generale ora è 43esimo ma lui fin dall'inizio aveva detto che non gli interessava la posizione, ma solo arrivare in fondo, per festeggiare magari al fianco del suo migliore amico, Alessandro Botturi, che invece si è ritirato ieri.

"La tappa di oggi era bella impegnativa – racconta al bivacco di San Juan,Metelli - se ieri ci era sembrata dura oggi era ancora peggio. Ieri il problema erano le dune anche perchè fermandomi ad aiutare Alessandro Botturi ci sono arrivato con il gran caldo e quindi erano davvero molto morbide. Oggi invece il problema è stato il mio stomaco perchè da ieri non stavo bene e anche prima di partire nella speciale ho avuto un altro attacco forte di nausea e vomito".

Per non peggiorare la situazione Livio Metelli non aveva cenato ieri sera e neanche fatto colazione, alla mattina, o meglio ci aveva provato ma non era riuscito a conservarla nel suo stomaco: "Sono partito per la speciale sinceramente un po' preoccupato – aggiunge il bresciano – anche perchè temevo il grande caldo e fino a metà speciale sono andato di conserva, limitando i danni, fermandomi spesso a bagnarmi la testa, prendendo l'acqua dal pubblico. Poi dal CP3 al CP 4, dove hanno fermato la gara moto, ho guidato bene, ho tenuto un bel passo, stavo meglio e ho superato parecchie moto".

Qualche problema di polvere e fesh fesh lo hanno creato le macchine: "Il caldo oggi era pazzesco, sommato alla polvere poi... Quando mi hanno raggiunto le macchine la polvere del fesh fesh alzato e che resta nell'aria è stata terribile. Oggi poi partivo indietro e mi avranno raggiunto e passato almeno venti macchine. La pista era anche stretta in alcune zone e quando arrivavano le auto ti dovevi proprio fermare, non bastava rallentare... e quando accosti, sul lato, speri sempre che tutto vada bene".

Navigazione anche nell'11esima tappa: "C'erano dei fiumi in secca da passare, poca pista circa 20 chilometri verso la fine, e per il resto era tutto fuoripista, con il CAP da seguire, un misto guidato e fesh fesh, piste sì ma poche e strette".

La moto va benissimo e Metelli è molto soddisfatto e ora ha un motivo in più per esserlo: "E' venuto qui all'assistenza Alessandro Botturi prima e mi ha aiutato a fare il road book. Voleva partire stasera per tornare a casa e poi invece ha cambiato idea e ha deciso di restare, per stare al mio fianco, fino alla fine".

Il gesto bellissimo di un vero amico che ha scelto di combattere la sua tristezza per il ritiro, aiutando un suo carissimo amico che è alla sua primaDakar: "E' il minimo che potesse fare – scherza Livio – gli ho già fatto spostare il volo di rientro e ora potrò contare sul suo sostegno morale!".
Immagine Immagine Immagine

Scrivo su questa comunità da un pò prima della fine del 2001 periodo in cui Lucaweb decise di rinominare "Pegasocube.it" in "Apriliaontheroad.com" unendo possessori di Pegaso e Caponord.

Avatar utente
sergio
MONOmaniaco
MONOmaniaco
Messaggi: 8931
Iscritto il: sabato 19 gennaio 2002, 1:00
Località: Cerveteri (Rm)

Re: Dakar 2016

Messaggio da sergio » venerdì 15 gennaio 2016, 14:02

La tappa di domani, la dodicesima di questaDakar 2016, prenderà il via da San Juan e raggiungerà per la seconda volta quest'anno, la cittadina di Villa Carlos Paz. La distanza è immensa: 931 chilometri di cui 481 di prova speciale e 450 di trasferimento.

Per la precisione gli equipaggi affronteranno un primo trasferimento di 414 km per poi entrare in una speciale prettamente da WRC, con fondo duro e scivoloso, lunga 481 chilometri, per moto, quad e auto. Alla fine un trasferimento di 36 km li porterà a Villa Carlos Paz. Diverso il tragitto per i camion che dopo i 414 di trasferimento affronteranno una speciale da 267 e poi un trasferimento di 185.

La prima moto lascerà il bivacco di San Juan alle 4 per entrare in speciale alle 9,20 mentre le auto partiranno alle 6,54 con speciale dalle 12,14. Molto più tardi i camion con partenza alle 8,45 dal bivacco e partenza nella loro speciale più corta alle 14,05.

Il briefing di questa sera è stata aperto daEtienne Lavigne ed è la seconda volta che i piloti lo vedono dal briefing di Buenos Aires. Ha voluto ricordare Thierry Sabine, nel trentennale della sua scomparsa, ed anche suo papà Gilbert, che oggi ha 93 anni e cheLavigne è passato a salutare prima di partire a dicembre per l'Argentina.
Immagine Immagine Immagine

Scrivo su questa comunità da un pò prima della fine del 2001 periodo in cui Lucaweb decise di rinominare "Pegasocube.it" in "Apriliaontheroad.com" unendo possessori di Pegaso e Caponord.

Avatar utente
sergio
MONOmaniaco
MONOmaniaco
Messaggi: 8931
Iscritto il: sabato 19 gennaio 2002, 1:00
Località: Cerveteri (Rm)

Re: Dakar 2016

Messaggio da sergio » venerdì 15 gennaio 2016, 14:24

Immagine Immagine Immagine

Scrivo su questa comunità da un pò prima della fine del 2001 periodo in cui Lucaweb decise di rinominare "Pegasocube.it" in "Apriliaontheroad.com" unendo possessori di Pegaso e Caponord.

Avatar utente
sergio
MONOmaniaco
MONOmaniaco
Messaggi: 8931
Iscritto il: sabato 19 gennaio 2002, 1:00
Località: Cerveteri (Rm)

Re: Dakar 2016

Messaggio da sergio » venerdì 15 gennaio 2016, 20:51

https://m.facebook.com/hashtag/husqvarn ... ale2=en_US

una piccola zanzara in mezzo a tanti calabroni :clapclap:
Immagine Immagine Immagine

Scrivo su questa comunità da un pò prima della fine del 2001 periodo in cui Lucaweb decise di rinominare "Pegasocube.it" in "Apriliaontheroad.com" unendo possessori di Pegaso e Caponord.

Avatar utente
sergio
MONOmaniaco
MONOmaniaco
Messaggi: 8931
Iscritto il: sabato 19 gennaio 2002, 1:00
Località: Cerveteri (Rm)

Re: Dakar 2016

Messaggio da sergio » venerdì 15 gennaio 2016, 20:57



alla prossima :ok:
Immagine Immagine Immagine

Scrivo su questa comunità da un pò prima della fine del 2001 periodo in cui Lucaweb decise di rinominare "Pegasocube.it" in "Apriliaontheroad.com" unendo possessori di Pegaso e Caponord.

Avatar utente
sergio
MONOmaniaco
MONOmaniaco
Messaggi: 8931
Iscritto il: sabato 19 gennaio 2002, 1:00
Località: Cerveteri (Rm)

Re: Dakar 2016

Messaggio da sergio » venerdì 15 gennaio 2016, 21:08

https://m.facebook.com/Asociaci%C3%B3n- ... __tn__=%7E

a roma si dice : "tie' pia sti spicci"...... :clapclap:
Immagine Immagine Immagine

Scrivo su questa comunità da un pò prima della fine del 2001 periodo in cui Lucaweb decise di rinominare "Pegasocube.it" in "Apriliaontheroad.com" unendo possessori di Pegaso e Caponord.

Avatar utente
sergio
MONOmaniaco
MONOmaniaco
Messaggi: 8931
Iscritto il: sabato 19 gennaio 2002, 1:00
Località: Cerveteri (Rm)

Re: Dakar 2016

Messaggio da sergio » sabato 16 gennaio 2016, 21:24

Magari non sarà una classifica blasonata come quella assoluta, ma quella riservata ai piloti della categoria Moto-Malle è davvero per uomini veri. Parliamo di quelli che hanno deciso di lanciarsi nell'avventura della Dakar 2016 senza assistenza, quindi in solitaria. Ad imporsi in questa speciale classifica è stata una vecchia conoscenza della MotoGP, l'olandese Jurgen van den Goorbergh, bravo a piazzare la sua KTM al 31esimo posto assoluto, nonostante sia stato lui a curarne anche le riparazioni e la preparazione nell'arco di queste due settimane.

"Ho sempre cercato delle sfide e credo che questa fosse la più pura che si potesse accettare. Mi piace il lato estremo di questo sport: potrei avere 15 meccanici ed andare a dormire, ma trovo molto più soddisfacente correre la Dakar così. Non farei cambio con nessuna vittoria" ha detto l'olandese e poi ha aggiunto: "E' stata la cosa più difficile che ho fatto in tutta la mia vita, ma per me è il vero trofeo della Dakar. Ho fatto tutto con le mie mani e non sono in molti a poterlo fare".

A riprova di quello che ha già detto, a lui la Dakar di quest'anno è piaciuta soprattutto quando si è fatta difficile: "La seconda settimana di gara è stata brillante. Nelle prima siamo stati tutti molto vicini, ma poi sono arrivate delle temperature folli e le speciali hanno iniziato a diventare più lunghe. Per me però le cose sono andate sempre meglio: venerdì, per esempio, ho fatto il 22esimo tempo in speciale".

Jurgen poi si è lasciato andare anche ad una battuta sulle pochissime ore di sonno accumulate nell'arco della maratona sudamericana: "Non riesco a ricordare quante ore ho dormito. In media direi tre, al massimo quattro. Quando sentivo la sveglia gli rispondevo: no per favore, voglio dormire ancora!".
Immagine Immagine Immagine

Scrivo su questa comunità da un pò prima della fine del 2001 periodo in cui Lucaweb decise di rinominare "Pegasocube.it" in "Apriliaontheroad.com" unendo possessori di Pegaso e Caponord.

Rispondi

Torna a “FUORI TUTTI!!! Speciale OFF-ROAD”