...sms-cronaca dai partecipanti

qui potete leggere le notizie in tempo reale !
Ospite

Messaggio da Ospite » venerdì 2 dicembre 2005, 12:25

.

da Alex

01/12/2005 h. 23:42:52

Sono nel porto di Tunisi sulla nave, ormai la vacanza sta x finire e un velo di tristezza accompagna queste ultime ore.
Sono sicuramente stati 10 gg eccezzionali

Avatar utente
ALEX (LI)
ATTIVISTA DEL FORUM
ATTIVISTA DEL FORUM
Messaggi: 2152
Iscritto il: sabato 19 gennaio 2002, 1:00
Località: Livorno
Contatta:

Messaggio da ALEX (LI) » lunedì 5 dicembre 2005, 12:19

Eeeehhhh si, è finita, che dire: è stata una vera avventura vissuta in sicurezza grazie all'organizzazione degli Aprilia Adventure Raids che nelle mani di www.tom42.it hanno dato il massimo ad ognuno di noi, avventuroso soprattutto il rientro con la nave che ha subito 2 ore di ritardo, arrivati a Genova siamo stati accolti da una bufera con vento e pioggia battente, per capirci sbarco ore 23:30, tappa a La Spezia per i bagagli, arrivo a casa (Livorno) ore 03:00, il tutto per nemmeno 200Km!

Con calma seguirà un dettagliato report in PDF e se Alberto avrà tempo dedicheremo anche una paginetta in home page, per le foto abbiamo realizzato 3,5Gb di immagini raccolte su un DVD, a queste si aggiungeranno riprese e filmati di una troupe professionale Aprilia che ha girato per la promozione della Pegaso Trail e dei Raids 2006 "raid me aprilia".

Le caratteristiche del viaggio sono state il meteo avverso, il freddo sia di giorno che di notte, salvo un paio di giorni primaverili, la bellezza dei posti visitati al di fuori del turismo di massa, la difficoltà della pista pipeline per Ksar Ghilan e il divertimento assoluto della guida in pista e fuori pista a La Riguette, indimenticabile la distesa del lago salato Chott el Jerid, il bagno nel laghetto dell'oasi, la notte intorno al fuoco dei bivacchi.

Dimenticavo: 250Kg per la Caponord sono veramente tanti, molto più divertenti le Pegaso TT, spettacolare vedere le Pegaso Trail portate dal pluricampione mondiale di enduro Stefano Passeri e dal Dakariano Adriano Furlotti, i quali hanno fatto arrossire un agguerrito gruppeto di KTM sorpassato nel fuori pista da queste due moto che non avevano nemmeno i tassellati..... Il manico è il manico, non c'è niente da dire, e nell'enduro fa sempre la differenza! ;-)

Un grazie a tutti i partecipanti, persone veramente speciali con le quali ho vissuto 10 giorni tra i più belli della mia vita.

Ora viene il brutto: recuperare 10gg di assenza in ufficio nel pieno del lavoro ed in prossimità delle vacanze natalizie! :cry:
Lamps! Alex (LI) - http://blog.libero.it/ontheair/
Moto & Turismo on/off road: http://www.mototouronoffroad.it

Avatar utente
paoricci
TANTO FORUM-POCA MOTO
TANTO FORUM-POCA MOTO
Messaggi: 5788
Iscritto il: domenica 7 settembre 2003, 20:24
Località: Intorno a Varese....
Contatta:

Messaggio da paoricci » lunedì 5 dicembre 2005, 17:24

ARRRRRRRRRRRRRRRRGGGGGGGGGGGHHHHHHHHHHHHHHH VOGLIO TUTTO FOTO FILMATI DVD.....T U T T O mi raccomando RICORDATI mi autoprenoto!!!

ciao Paolo
Immagine

ME NE FREGO, NON SO' SE BEN MI SPIEGO !!

Avatar utente
ALEX (LI)
ATTIVISTA DEL FORUM
ATTIVISTA DEL FORUM
Messaggi: 2152
Iscritto il: sabato 19 gennaio 2002, 1:00
Località: Livorno
Contatta:

Messaggio da ALEX (LI) » martedì 6 dicembre 2005, 14:10

Intanto accontentati di queste:
http://community.webshots.com/user/abellucc-reg

Le altre seguiranno appena disponibili, dovrò fare una selezione tra i 3,5Gb relativi a tutti gli scatti dei partecipanti..... :D
Lamps! Alex (LI) - http://blog.libero.it/ontheair/
Moto & Turismo on/off road: http://www.mototouronoffroad.it

Avatar utente
carlodg
TANTO FORUM-POCA MOTO
TANTO FORUM-POCA MOTO
Messaggi: 6350
Iscritto il: sabato 19 gennaio 2002, 1:00
Località: Vittorio Veneto (TV)

Messaggio da carlodg » martedì 6 dicembre 2005, 20:32

riporto:
PASSERI E LA PEGASO TRAIL CONQUISTANO LA TUNISIA

A bordo della nuova Pegaso 650 Trail sfida il deserto, banco di prova per le migliori offroad del mondo. Dai circuiti dell’enduro internazionale alle affascinati piste africane, il pilota di punta dell’ enduro Aprilia sarà tra i protagonisti dell’Adventure Raid in terra tunisina, che porterà 19 appassionati delle moto di Noale a scoprire tutto il fascino di un viaggio nel deserto.
Siamo andati a sentirlo, alla vigilia di un appuntamento di gruppo così coivolgente.

Stefano, dal 23 novembre al 2 dicembre ti vedremo alle prese con dune sabbiose e piste dal fascino antico. E’ la tua prima volta in un’avventura di questo tipo?
E' la mia prima volta in moto in questo tipo di esperienze, e devo dire che era ormai del tempo che mi prefissavo di organizzare una trasferta per togliermi la curiosità di scoprire il territorio africano in sella alle 2 ruote.

Sarai in sella alla nuova Pegaso 650 Trail, compagna di viaggio infaticabile che, dall’utlizzo quotidiano alle sollecitazioni del deserto, promette inalterata tutta la sua affidabilità. Che aspettative hai riguardo la moto?
Ho già avuto la fortuna di guidare la nuova Pegaso, e quindi mi sono già fatto un'idea di quanto mi potrò divertire sulle piste del deserto....non vedo l'ora. L'incredibile maneggevolezza e la sorprendente potenza (per un 650 cc) saranno le doti che cercherò di mettere alla prova in terra africana, e so che tornerò soddisfatto da questo raid.

L’Adventure Raid sarà un’esperienza dal forte coinvolgimento umano, in cui i protagonisti vivranno nella dimensione del gruppo ogni istante della giornata. Un aspetto affascinante, anche in mezzo al deserto...
Sarà una bellissima occasione per conoscersi e condividere l'esperienza. Fra enduristi credo che non mancherà l'affiatamento e di conseguenza il divertimento. La passione comune per le 2 ruote sarà la scusa per passare delle belle giornate in compagnia dei partecipanti al raid. Sono ansioso di conoscere personalmente i miei compagni di avventura e finalmente cominciare la scorribanda motorizzata sulle piste tunisine.

Dai tracciati dell’enduro sportivo ai terreni della Tunisia: quanto cambierà la tecnica di guida, quali le parti della moto diversamente sollecitate?
Come detto si tratterà della mia prima esperienza in Tunisia, quindi posso solo ipotizzare che, se si percorreranno dei tracciati sabbiosi, bisognerà fare particolare attenzione a far "galleggiare" la ruota anteriore in accelerazione e, per diminuire la velocità, usare soprattutto il freno posteriore. Un'altra differenza sarà la velocità, che nell'enduro europeo è sicuramente (visto gli spazi ridotti rispetto all'Africa) più bassa; di conseguenza bisognerà cercare di calcolare bene gli spazi di arresto in caso di imprevisti.
La motocicletta sarà messa a dura prova in tutte le sue componenti, a cominciare dal motore, che verrà ampiamente sollecitato, per passare alla ciclistica, con le sospensioni sempre sotto torchio, il filtro dell'aria, che avrà il suo bel da fare per non permettere alla sabbia di entrare nel corpo farfallato a fare danni, ed anche i freni.
Credo che per tutti gli organi meccanici si tratterà di un bel test.

Alla scoperta su due ruote di differenti panorami, climi e culture, dall’Africa ai Pirenei fino alle più vicine Dolomiti. Cosa pensi di questo tipo di iniziative?
Iniziative interessantissime che possono abbracciare un vasto parco di possibili utenti. Dallo smanettone smaliziato che vuole togliersi la voglia di dare gas sulle piste desertiche, al mite turista motorizzato che vuole godersi il viaggio ammirando il panorama delle Dolomiti o il tramonto tunisino. La possibilità di condividere tutto questo impagabile senso di libertà con altri ragazzi magari animati da altre motivazioni, il tutto condito dalla perfetta organizzazione che sta alle spalle di queste iniziative.
Non dimentichiamoci che i ragazzi al seguito sono in grado di assicurare una perfetta assistenza e tutto il necessario per affrontare con tranquillità qualsiasi situazione imprevista si presenti.

Grazie Stefano, e buon divertimento!
Lamps

Grazie ai moderatori per il lavoro che fanno!
Aiutiamoli con un comportamento corretto.

Regole del forum

Era meglio quando si stava Beggio
Immagine

Bloccato

Torna a “LA DIRETTA !!!!!!!!”