Desolfatatore: come rendere eterna una batteria

Cruscotto, ecu, blocchetti, luci, regolatore, batteria
Avatar utente
ElCaimanDelPIave1
NIUBBO
NIUBBO
Messaggi: 94
Iscritto il: giovedì 3 maggio 2018, 15:42
Moto: Aprilia Pegaso Strada 650
Località: VENETO E ANCHE SICILIANO!!!

Re: Desolfatatore: come rendere eterna una batteria

Messaggio da ElCaimanDelPIave1 » giovedì 17 maggio 2018, 0:14

Ripeto la domanda già fatta, cercando di porla con maggiore chiarezza: l'apparecchio dedicato è o dovrebbe essere più efficace dalla funzione di desolfatazione promessa dal caricabatterie (il famoso caricabatterie lidl) ?
Essere motociclista non ti rende un uomo migliore.

Non c'e' peggior cattivo di un buono che s'incazza.
Immagine

Avatar utente
OnlyVu
FORUM-DIPENDENTE
FORUM-DIPENDENTE
Messaggi: 4116
Iscritto il: domenica 6 marzo 2011, 23:02
Moto: ETV 1000 Caponord ABS 2004
Località: Albano Laziale (RM)

Re: Desolfatatore: come rendere eterna una batteria

Messaggio da OnlyVu » giovedì 17 maggio 2018, 0:32

Io un Optimate 4 che fa la desolfatazione a bassa ed alta(si fa per dire) tensione. Le precisazioni del produttore aiutano a rispondere ad alcuni dubbi:

1.L’OptiMate 4 controlla immediatamente se la tensione residua della batteria permette il lancio del programma, e se la batteria è in stato di scarica profonda, solforata o meno.
2.Per le batterie che erano state «dimenticate», l’OptiMate 4 passa in modalità di recupero, limitato in un primo tempo a 16V, quindi, e se necessario, a 22V** in modalità di recupero TURBO. Il limite è sempre di 2h, a corrente debole, allo scopo di rendere la batteria nuovamente ricaricabile in modo «normale».
3.Quando il circuito interattivo rileva che questo stadio è raggiunto (già dalla connessione per la maggior parte delle batterie), parte il modo di carica principale con erogazione di una corrente costante a 0,8A.
4.Quando il livello di carica è sufficiente, si attiva il modo esclusivo di verifica. La tensione è limitata a un livello inferiore e, se necessario, un’azione a tensione pulsante prosegue la desolforazione e completa la carica. Dopo la verifica, o se la batteria si rivelasse incapace di mantenere una carica adeguata dopo 48h di connessione, si avvia la tappa successiva.
5.A questo punto l’OptiMate sospende l’erogazione di corrente per 30 minuti e controlla il voltaggio della batteria lasciata sola, per determinare se ritiene una carica sufficiente a poter avviare un motore. Ha inizio allora un ciclo a lungo termine a fasi alternate di mantenimento e di test.
6.Durante le fasi di mantenimento, di 30 minuti ciascuna, l’OptiMate eroga una carica di sostegno, ma solo per compensare le perdite inerenti alla batteria stessa o i consumi dovuti ad esempio all’antifurto, ecc. Qualsiasi riscaldamento e/o surriscaldamento della batteria è da escludere, grazie alla logica di funzionamento «50/50», con fase di mantenimento interattivo per metà del tempo, e di test (riposo) per l’altra metà. La batteria rimane in condizione di servizio ottimale, senza mai essere sovraccarica.
**Il modo di desolforazione ad alta tensione può essere avviato solo se la batteria è stata prima isolata dal veicolo. Tuttavia, anche se rimanesse collegata, l’OptiMate non può danneggiare gli elementi elettronici di bordo perché il modo ad alta tensione può attivarsi solo se quello accettato dalla batteria è di zero Volt o quasi. Le menzioni di possibili danni, pubblicate su certi forum Internet non si basano su alcuna realtà tecnica tangibile e sono pertanto infondate.
Immagine

Avatar utente
Haga41
MOTOCICLISTA ESPERTO
MOTOCICLISTA ESPERTO
Messaggi: 1126
Iscritto il: lunedì 26 marzo 2012, 0:38
Moto: Aprilia Caponord 2001
Tel: 3due8quattro2uno1zero9sette
Località: TORINO zona Parco Dora

Re: Desolfatatore: come rendere eterna una batteria

Messaggio da Haga41 » giovedì 17 maggio 2018, 8:05

Lupo motociclista ha scritto:
Haga41 ha scritto: Molto interessante, ma non mi è chiaro tanto il modo di utilizzo:
1) da usare su batteria scollagata?
2) si puo usare solo nel periodo in cui non si usa la moto?
3) quanto dovrebbe durare una sessione di ripristino?
Io tengo la batteria collegata, quello che scrive Mcr è vero, ma a me non è mai successo nulla.
Si, alla seconda domanda.
Più a lungo la tieni meglio è, un giorno il minimo, una settimana ottimo (sempre che non si scarichi la batteria, il desolfatatore consuma, poco, ma consuma)
quindi quando non la si usa, si puo fare un ciclo misto di desolfatazione e uno di carica
Immagine

You live more in five minutes on a bike like this going flat out than some people live in a lifetime. (Burt Munro)
http://www.youtube.com/watch?v=kJKD_gFVjKY&feature=share

Avatar utente
mcr
NUOVO STAFF
NUOVO STAFF
Messaggi: 3036
Iscritto il: lunedì 2 marzo 2009, 14:43
Moto: Caponord ABS grigio dust
Località: Frossasco

Re: Desolfatatore: come rendere eterna una batteria

Messaggio da mcr » giovedì 17 maggio 2018, 8:17

OnlyVu ha scritto:
**Il modo di desolforazione ad alta tensione può essere avviato solo se la batteria è stata prima isolata dal veicolo. Tuttavia, anche se rimanesse collegata, l’OptiMate non può danneggiare gli elementi elettronici di bordo perché il modo ad alta tensione può attivarsi solo se quello accettato dalla batteria è di zero Volt o quasi. Le menzioni di possibili danni, pubblicate su certi forum Internet non si basano su alcuna realtà tecnica tangibile e sono pertanto infondate.
Scusa ma la frase in rosso è priva di senso, forse è un errore di traduzione.
Mentre la verde................è verissima fate pure... tanto io poi riparo :lol: (ovviamente scherzo, staccate la batteria dalla moto se desolfatate,
Tanti passano la vita a sognare, io il mio sogno lo guido
Immagine

Avatar utente
Lupo motociclista
NUOVO STAFF
NUOVO STAFF
Messaggi: 1582
Iscritto il: lunedì 28 ottobre 2013, 13:09
Moto: Pegaso strada 2008
Località: TORINO

Re: Desolfatatore: come rendere eterna una batteria

Messaggio da Lupo motociclista » giovedì 17 maggio 2018, 9:24

mcr ha scritto:
OnlyVu ha scritto:
**Il modo di desolforazione ad alta tensione può essere avviato solo se la batteria è stata prima isolata dal veicolo. Tuttavia, anche se rimanesse collegata, l’OptiMate non può danneggiare gli elementi elettronici di bordo perché il modo ad alta tensione può attivarsi solo se quello accettato dalla batteria è di zero Volt o quasi. Le menzioni di possibili danni, pubblicate su certi forum Internet non si basano su alcuna realtà tecnica tangibile e sono pertanto infondate.
Scusa ma la frase in rosso è priva di senso, forse è un errore di traduzione.
:clapclap: :clapclap:
mcr ha scritto: Mentre la verde................è verissima fate pure... tanto io poi riparo :lol: (ovviamente scherzo, staccate la batteria dalla moto se desolfatate,
sicuramente è meglio,ma credo che il cruscotto abbia uno zener in parallelo o qualcosa di analogo per proteggersi dalle sovratensioni
ElCaimanDelPIave1 ha scritto: Ripeto la domanda già fatta, cercando di porla con maggiore chiarezza: l'apparecchio dedicato è o dovrebbe essere più efficace dalla funzione di desolfatazione promessa dal caricabatterie (il famoso caricabatterie lidl) ?
Non è facile rispondere.
Esistono tanti tipi di desolfatatori, più o meno efficaci, il fatto che nel contempo la batteria si ricarichi può non essere influente, certo dipende dal livello di sofisticazione e qualità del circuito. Lidl costa poco, credo che la qualità vada di pari passo.
Se vuoi farti una cultura sui desolfatatori ci sono i miei amici smanettoni con impianti fotovoltaici e batterie di accumulatori al piombo che se li costruiscono. Sanno tutto in merito li trovi qui: https://www.faidateoffgrid.org/
Haga41 ha scritto:
Lupo motociclista ha scritto:
Haga41 ha scritto: Molto interessante, ma non mi è chiaro tanto il modo di utilizzo:
1) da usare su batteria scollagata?
2) si puo usare solo nel periodo in cui non si usa la moto?
3) quanto dovrebbe durare una sessione di ripristino?
Io tengo la batteria collegata, quello che scrive Mcr è vero, ma a me non è mai successo nulla.
Si, alla seconda domanda.
Più a lungo la tieni meglio è, un giorno il minimo, una settimana ottimo (sempre che non si scarichi la batteria, il desolfatatore consuma, poco, ma consuma)
quindi quando non la si usa, si puo fare un ciclo misto di desolfatazione e uno di carica
Quello che faccio io
La teoria è quando si sa tutto ma non funziona niente. La pratica è quando funziona tutto ma non si sa il perché. In ogni caso si finisce sempre con il coniugare la teoria con la pratica: non funziona niente e non si sa il perché
Albert Einstein

Immagine

Avatar utente
OnlyVu
FORUM-DIPENDENTE
FORUM-DIPENDENTE
Messaggi: 4116
Iscritto il: domenica 6 marzo 2011, 23:02
Moto: ETV 1000 Caponord ABS 2004
Località: Albano Laziale (RM)

Re: Desolfatatore: come rendere eterna una batteria

Messaggio da OnlyVu » sabato 19 maggio 2018, 10:10

mcr ha scritto:Scusa ma la frase in rosso è priva di senso, forse è un errore di traduzione.
Mentre la verde................è verissima fate pure... tanto io poi riparo :lol: (ovviamente scherzo, staccate la batteria dalla moto se desolfatate,
Si, non capito nemmeno io cosa significhi....non ho il testo in lingua madre ma solo questa traduzione......riguardo alla desolfatazione.....finora effettivamente non ho avuto problemi (lo uso da 6/7 anni) ma non è molto agevole capire quando viene eseguita, in quando l'aggeggio decide di propria iniziativa. :uaz:
Immagine

Avatar utente
Inno
FRENO BENE
FRENO BENE
Messaggi: 368
Iscritto il: domenica 13 marzo 2011, 12:31
Moto: troppo poca,gnocca ancora meno
Località: Empoli/Vinci (FI)

Re: Desolfatatore: come rendere eterna una batteria

Messaggio da Inno » mercoledì 6 giugno 2018, 14:53

Dopo aver letto il post mi sono deciso anch'io a provare. Stesso dispositivo di Lupo preso sulla baya a € 12.67 spedizione inclusa da un venditore Cinese il 26 maggio e arrivato ieri con una spedizione incredibilmente veloce. Già messo al lavoro. Grazie a Lupo per la segnalazione :ok1:
..non può piovere per sempre...

Ex Piaggio Ciao 1970, ex Piaggio Vespa 1969, ex Suzuki RM 125 1994, ex TM 125 E 1996

Attualmente Pegaso Cube 97 - Pegaso Cube 99 - TM 125 E 1998 - RX 50 Passeri Replica 1992

Rispondi

Torna a “Elettrica/Elettronica PS”