paramotore

Sezione generale: per i possessori della versione dual sport

Re: paramotore

Messaggioda animaster84 » ven 11 mag 2018, 19:18

Misso chiedo venia!
Pensavo tu intendessi il paravacche!!!
Apri pure un nuovo post, grazie mille!!!
Immagine Immagine Immagine
Aprilia Pegaso Strada "Perla" - Moto Guzzi Airone 250 Sport II Serie - 1952
Immagine
Avatar utente
animaster84
NUOVO STAFF
NUOVO STAFF
 
Messaggi: 885
Iscritto il: lun 20 gen 2014, 14:52
Località: Città di Castello (PG)
Moto: PegasoStrada "Perla"

Re: paramotore

Messaggioda Misso » lun 21 mag 2018, 16:13

Ho iniziato le operazioni di adattamento del paracoppa della Yamaha 660 XTZ alla PT.
Paracoppa1.JPG


Paracoppa2.JPG


I due paracoppa sono abbastanza simili. Quello in alluminio della XTZ pesa il doppio di quello in plastica della PT, ma paliamo di 1000 gr contro 500gr.

La modifica purtroppo non è "plug&play" e necessita senz'altro di alcune modifiche:
1) spostare il regolatore di tensione riposizionando e piegando un po' la staffa a cui è avvitato;
2) tagliare la parte posteriore del nuovo paracoppa, sagomandolo come quello originale

Purtroppo il paracoppa originale, quadrato e spigoloso, sembra essere stato pensato in funzione dell'uso su asfalto della Pegaso Strada e tutta la protezione a è affidata principalmente ad una appendice in ferro saldata anteriormente al telaio, che dal paracoppa viene celata.
La pinna interferisce parecchio con il paracoppa XTZ ed impedisce a quest'ultimo di avvicinarsi a dovere al motore.
A questo punto le opzioni per procedere sono due :
1) piegare verso l'alto la pinna saldata anteriormente al telaio
oppure
2) fare un nuovo foro anteriormente al paracoppa per riuscire a avvitarlo.

Dico subito che entrambe mi piacciono poco...! La prima non la considero neanche perché ritengo il telaio "sacro" e voglio che ogni modifica sia sempre perfettamente reversibile.
La seconda terrebbe il paracoppa staccato un paio di centimetri dal motore, senza che gli appositi tamponi in gomma vi si appoggino e con un ancoraggio miserino anteriormente (le viti sono delle M5...). Un montaggio di questo genere probabilmente produrrebbe fastidiosi rumori o tintinnii durante le marcia e non offrirebbe garanzie di una corretta protezione agli unti durante i percorsi offroad.

La terza via su cui mi sto muovendo prevede la piegatura del nuovo paracoppa in alluminio per allinearsi al telaio Pegaso, ma per il momento sono ancora in "fase cogitabonda" :impara: :idea:
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
Immagine
Avatar utente
Misso
NIUBBO
NIUBBO
 
Messaggi: 34
Iscritto il: lun 21 ago 2017, 13:12
Moto: Pegaso Trail, Leonardo 250

Re: paramotore

Messaggioda fedro69 » lun 21 mag 2018, 17:23

alla pinna io ci sollevo tutta la moto, col cric.
Giusto per rendere quanto sia in effetti resistente ;-)
Il lavoro é molto interessante: tienici aggiornati! :ok:
ImmagineImmagine
Immagine__Più che la Morte, bisognerebbe temere di non aver vissuto__Immagine
Avatar utente
fedro69
Il Goto
Il Goto
 
Messaggi: 24628
Iscritto il: mer 8 mar 2006, 20:25
Località: Amburgo
Moto: Pegaso Strada '05

Precedente

Torna a PEGASO-TRAIL

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite